La luna e il sole

Olio su tela (40 x 40)

Siamo come la luna ed il sole
io e te, con la luce
che ogni tanto si oscura,
tanto che per riuscire a capire dove sei
chiedo aiuto alle stelle.

Ci hanno fatto tutti e due rotondi,
senza un collo
da poter allungare,
per guardare
un po’ più in là.

Il nostro destino è questo, tu che risplendi,
nel buio, e fai battere il cuore degli innamorati,
ed io, che avrei luce, ma che non riesco
a guardare le stelle che di notte ti fanno bella
e che di giorno non brillano nel mio cielo.

Consegnami al buio
e non saprai mai se lacrimo,
che, anche se l’unico nostro atto d’amore
si chiama eclissi, possiamo stare tranquilli,
poiché gli umani, per guardarci, si coprono gli occhi.

RT_20160214 ©

Da “Amar’è e Cielò” – ISBN 9788893691444

Orologi e perditempo

fullsizeoutput_94c

Il tempo non esiste,
è un’invenzione dell’umano.

Sappiamo sempre quando
perdiamo tempo
o perché facciamo tardi,
ma mai quando facciamo presto.

Che quando arriviamo prima,
è solo perché ci piace farlo.

RT_20010716 ©

Da Amar’é e Cielò – Raccolta di Poesie – 2018 – ISBN 978889369144

Uno sguardo

Olio su tela (40 x 60)

Ti vorrei guardare dentro umana creatura,
strana nella sua comune diversità di colori e di fattezze e,
per questo, bella ed intrigante.

Ti vorrei aprire, come il falegname fa
con una scatola di legno,
ma non si può, ti farei male.

Ed allora mi ingegno ad usare un linguaggio
che non ha voce,
che usa il silenzio di uno sguardo.

Una strana sensazione,
timidezza mescolata a pudore,
mi sorprende mentre tu sorridi.

Solo ora capisco come sia difficile affrontare il facile
meccanismo che origina dagli occhi e giunge fino all’anima,
che ognuno tiene segretamente imprigionata nel cuore.

E’ la libertà, quella che ognuno di noi ha da quando nasce,
di pensare, ma sul serio,
a chi ci sta accanto.

Un istante, chiudere gli occhi
per un attimo e respirare
tutta l’aria che c’è.

Riaprirli e, senza suonare
alcun campanello o calcare nessun tasto,
guardare dentro quelli di chi abbiamo di fronte.

Se funziona,
la vita
ha un senso.

RT_20000627 ©

Da Il profumo delle stelle spente – Raccolta di Poesie – 2015 – ISBN 9788892301504

Mica ti penso

Olio su Tela (40 x 40)

Oggi mi sono svegliato piano pensando a te,
ho camminato piano pensando a te,
ho respirato piano pensando a te,
ho mangiato piano pensando a te,
mentre ti pensavo.

Ho fatto tutto piano
in modo da pensarti di più.

Che il mio cuore
lo ripari come un calzolaio
e poi lo pialli come un falegname,
lo livelli come un muratore
e poi lo zuccheri come un pasticciere,
lo annaffi come un giardiniere
e poi lo impasti come un panettiere,
lo pitturi come un imbianchino
e poi lo inforni come un pizzaiolo.

Ma fai piano anche tu,
che il mio cuore non lo sa ancora
di tutte queste meraviglie
messe assieme.

Questioni di chi?
Di Mica, chiMica, appunto.
AMica, Mica paglia.
Beato chiMicapisce.

Grazie, Mica.

RT_20180127 ©

Tratto da “Poetry POWERa” – ISBN 9788892350809

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: